Forchetta e Pallone: il ricettario che unisce calcio e cucina

Tra le pause dei match, tra una partita e l’altra, tra una scommessa e un risultato esatto dei bookmakers aams, è importante anche mangiare bene e soprattutto unire solidamente questi due mondi: il calcio e la cucina. A riuscirci con grande successo è stato Francesco Matteini che con il libro “Forchetta & Pallone”, edito da Effequ, propone idee gustose e originali adatte ai momenti conviviali uniti al calcio. Quando mi è venuta l’idea del libro, ho pensato a quale chef già noto avrei potuto avvicinare. Poi però ho scelto Marco Romei, figlio di mia cugina, che ho testato personalmente valutandolo di altissimo livello per creatività e attenzione ai piatti. Ho così deciso di puntare di un giovane ma già esperto“. Una proposta accettata immediatamente con entusiasmo dal giovane cuoco, che la reputa un ottimo banco di prova per la sua crescita professionale – oltre che a definirsi “ultras nella migliore concezione del termine“.

Il libro

Il volume è impostato come un vero e proprio ricettario scandito e organizzato in sintonia con le tempistiche delle partite di calcio e i momenti salienti e interessanti per chi si affida ai bookmakers aams.  Dal riscaldamento – aperitivo con le torte salate, al fischio di inizio con gli antipasti, sino alle ricette veloci ideali per la famosa zona Cesarini. In più ogni ricetta riprende il nome di un giocatore del passato e del presente e non mancano le ricette che ripropongono nelle colorazioni i tratti caratteristici delle curve delle tifoserie. Così si potranno gustare i bocconcini Zidane o i Maccheroncetti Platini.

Un esempio di ricetta: la Carbonara Baggio

Strumenti utili: pentola capiente, padella a bordo alto, scolapasta. Pulire i calamari (lo potrà fare la pescheria per voi), tagliarli a striscioline sottili, tagliare a cubetti la polpa di branzino, mettere a rosolare i due tipi di pesce in una padella capiente a bordo alto leggermente unta con olio d’oliva. Farli andare a fuoco vivace per 2-3 minuti, fino a che non si saranno ben dorati, bagnare con del fumetto e spegnere il fuoco. Pulire i gamberi e tritarli grossolanamente, tagliare gli scampi a metà per lunghezza e ogni metà in due o tre pezzetti (oppure sgusciati e tritati), lavare il basilico. Tuffare gli spaghetti in acqua bollente, ridare fuoco alla salsa, a due terzi di cottura degli spaghetti scolarli e tuffarli nella salsa bollente, aggiungere i crostacei, il basilico e il peperoncino, terminare la cottura degli spaghetti nella salsa, a fine cottura aggiustare di sale e pepe, levare dal fuoco, mantecare con i rossi d’uovo precedentemente sbattuti e con olio extravergine d’oliva, servire caldissimi.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*