Piccole frittate con erbette di campo

42-35904747

A volte capita di dover preparare qualcosa da mangiare al volo, da poter consumare anche freddo ma deve essere comunque gustoso, piacevole e nutriente. Questo piatto, di una semplicità disarmante, me lo ha fatto assaggiare un’amica che era alle prese i lavori di restauro della sua cucina perché, ahimè, gli si era rotto un tubo dell’acqua sotto al pavimento. Dovendo comunque preparare da mangiare per la famiglia e avendo una stufa a legna nella veranda ha realizzato questo piatto veloce ma molto versatile. Queste piccole frittate, infatti, sono ottime da consumare da sole, tagliate a fettine in insalata o utilizzate per farcire un panino.

Le dosi, ovviamente, non sono a peso perché tutto era imballato, bilancia compresa, ma ci siamo arrangiate. Per una persona basta:

  • un uovo;
  • un pizzico di sale, una spolverata di noce moscata;
  • un pugno di erbe di campo (vanno bene anche congelate ma le dovete far scongelare accuratamente);
  • una fetta di prosciutto crudo;
  • una manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato (se desiderate un sapore più forte potete fare a metà con il Pecorino Romano).

A proposito di Lazio. Se abitate nella capitale e dovete fare, come la mia amica, dei lavori improvvisi non rivolgetevi al primo che capita, a volta la fretta spinge a fare scelte sbagliate. Meglio contattare esperti come quelli che trovate su www.ristrutturazioniediliroma.com che sanno come affrontare il problema con il minor disagio. Comunque torniamo alle frittatine che erano buonissime, forse perché cotte sulla stufa a legna.

Si procede come una semplice frittata: si rompono le uova in una terrina, si sbattono bene emulsionare accuratamente albume e tuorlo, si aggiunge il sale, la noce moscata, il formaggio e la verdura, si mescola il tutto e si mette una padella molto piccola sul fuoco. Si aggiunge un filo d’olio e il prosciutto tritato fine. Quando il prosciutto incomincia a rosolarsi, si versano le uova con un mestolo, fino a creare un velo uniforme. Cuocendosi la frittata si gonfierà. Quando è cotta da una parte, girate il composto e fate rosolare dall’altra.

Una volta pronte, mettetele su un piatto con un foglio di carta assorbente e rimuginate sul loro destino: come le consumerete? Sono ottime per accompagnare un aperitivo, per preparare dei panini sfiziosi per i bambini, per preparare ottime insalate. Queste frittate sono così versatili che, se avete a disposizione del brodo di pollo,  potete preparare anche un’elegante Zuppa primavera. Basterà portare ad ebollizione il brodo, tagliare le frittate a listarelle finissime, distribuirle nel brodo e servire.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*