Finocchi stufati in salsa verde

L’autunno, tra i tanti ortaggi, ce ne porta uno molto benefico che, con pochissime calorie (31 per un chilogrammo), ci regala tantissime qualità. Il finocchio, infatti, è diuretico, rinfrescante, aiuta la digestione, ricco di fibre, sali minerali, vitamina A-B –C, contiene fitoestrogeni, combatte il gonfiore addominale e le infiammazioni bronchiali. Purtroppo, però, spesso non è molto amato perché considerato poco appetibile, ma con la ricetta giusta, si può esaltare tutto il suo sapore.

Per preparare 8 porzioni di finocchi stufati servono:

  • 1,5 kg di finocchi;
  • 150 ml di olio EVO;
  • 30 gr di prezzemolo;
  • Una fetta di pane morbido (si può utilizzare il pancarrè, ma va bene anche la mollica di qualsiasi altro tipo di pane);
  • 2 spicchi d’aglio;
  • Aceto bianco;
  • Una manciata di pecorino grattugiato;
  • Sale, pepe.

Inizio pulendo i finocchi: elimino la base e le foglie più dure, quelle esterne. Li taglio a spicchi spessi un dito, li lavo accuratamente (a volte si annida della terra tra le foglie) e li lascio sgocciolare. Nel frattempo preparo l’acqua con il cestello per far cuocere i finocchi a vapore. Si possono anche lessare, ma la cottura a vapore permette di conservare tutti i benefici del finocchio, evitando che l’ortaggio diventi troppo “acquoso”.

Sbriciolo la fetta di pane in una ciotola dove aggiungo una tazzina da caffè di acqua e aceto (dosi al 50%) e lo lascio inumidire per bene. Nel frattempo pulisco e lavo il prezzemolo e pulisco gli spicchi d’aglio (via buccia ed eventuale germoglio che da sapore amaro all’aglio e lo rende difficile da digerire). Metto pane strizzato, prezzemolo, aglio, pinoli e 120 ml di olio EVO in un minimixer e riduco tutto ad una salsa cremosa e profumata, aggiungo sale (un pizzico), pepe e il pecorino grattugiato e frullo ancora per un minuto.

Prendo i finocchi che , nel frattempo, si sono cotti, li dispongo su un piatto di portata e li irroro con la salsa verde. Lascio riposare cinque minuti, in modo che il calore dell’ortaggio estragga tutti i profumi dalla salsa e poi servo. Per rendere il tutto ancora più appetitoso, nella composizione della salsa verde si può sostituire il pecorino con un paio di alici sott’olio e un pizzico di peperoncino  che renderà il tutto molto più vivace, oppure, dopo aver distribuito la salsa, si può finire la decorazione con una spolverata di semi di sesamo leggermente tostati. Per consumare questo ortaggio cotto, consiglio di chiedere al proprio ortolano i finocchi maschi che hanno un gusto più deciso e sono considerati migliori per la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *